Cronologia: 1933-1945

Reich Campo di Concentramento di Dachau
1933
Adolf Hitler diventa cancelliere del Reich: nascita della dittatura Nazionalsocialista Apertura di un campo di concentramento per prigionieri politici vicino a Dachau (22 marzo 1933)
1934
"Röhm Putsch": ascesa delle SS Assassinio di 21 funzionari del NSDAP e di oppositori politici arrestati durante il "Röhm Putsch"
1935
Le leggi di Norimberga istituzionalizzano la discriminazione razziale Nuovi gruppi di prigionieri sono inviati al campo (testimoni di Geova, omosessuali, immigrati)
1936
Heinrich Himmler diventa capo della polizia tedesca: inizio della costruzione di un sistema di campi di concentramento Si intensifica il terrore nei campi
1937
Durante gli arresti di massa, in centinaia sono tenuti in custodia preventiva e inviati ai campi di concentramento Inizio della costruzione di un nuovo campo con capacità per 6000 prigionieri
1938
"Annessione" dell'Austria e dei Sudeti
Pogrom di novembre ("Reichskristallnacht")
Internamento a Dachau di oppositori politici provenienti dai territori "anessi" e di più di 11.000 ebrei tedeschi e austriaci (novembre)
1939
Attacco a Polonia: inizio della Seconda Guerra Mondiale Deportazione a Dachau di centinaia di Sinti e Rom
1940
Cessa la guerra all’Ovest con la capitolazione della Francia Più di 13000 prigionieri sono inviati dalla Polonia
1941
Attacco all’Unione Sovietica Inizio delle uccisioni di massa di più di 4000 prigionieri di guerra sovietici.
1942
"Conferenza di Wannsee" sulla "soluzione finale della questione ebraica"
“Trasporto degli invalidi” – più di 2500 prigionieri sono uccisi con gas avvelenato nel castello di Hartheim vicino a Linz.
Inizio di esperimenti medici su prigionieri.
1943
“Guerra Totale”: si intensifica il lavoro forzato per assicurare la “Vittoria Finale” Inizio dell’installazione di più di 150 campi secondari dove i prigionieri sono costretti al lavoro forzati per l’industria di armi
1944
Sbarco degli Alleati a Normandia, le truppe russe arrivano al confine est della Germania 10000 prigionieri ebrei sono uccisi “mentre lavorano” nei campi secondari
Alla fine del 1944, vi sono più di 63000 prigionieri nel campo di concentramento di Dachau e nei campi secondari: le estreme condizioni di vita provocano lo scoppio di un’epidemia di tifo.
1945
Capitolazione (8 maggio 1945), occupazione e divisione della Germania. In migliaia muoiono di tifo, durante le marce di evacuazione oppure come conseguenza di malnutrizione.
Fondazione del Comitato Internazionale di Prigionieri (CID)
Liberazione del campo da parte delle truppe americane (29 Aprile 1945).