Le Caserme

Stazione 9

Übersichtsplan

La cosiddetta strada del campo costituiva l'asse principale del complesso, e scorre ancora dall’ex piazza dell’appello in direzione nord verso la cappella “L’agonia mortale di Cristo”. Un totale di 34 caserme si trovavano a destra e a sinistra della strada del campo.

La posizione di queste caserme è segnata da una serie di pietre, prospettiva dalle fondamenta originarie, mentre le due caserme all'inizio della strada del campo sono state ricostruiti come parte del memoriale.

Riconoscibile ancora oggi, la struttura del campo (con la sua disposizione simmetrica e la ripartizione delle funzioni) è stata riprodotta in quasi tutti i campi di concentramento.

L'aspetto attuale della zona non riesce a trasmettere il senso di confinamento e di compattezza del complesso originale di caserme. Il campo di concentramento fu inizialmente previsto per detenere 6000 prigionieri, ma negli anni successivi persistette continuamente sovraffollato. In particolare dal 1944 in poi la situazione dei prigionieri divenne disumana: gli interni della caserma furono modificati per alloggiare il maggior numero di persone possibile. Le condizioni di vita peggiorarono drasticamente, le malattie e la fame erano all'ordine del giorno. Il 29 aprile 1945, il giorno in cui il campo fu liberato dalle truppe americane, più di 30.000 persone erano imprigionate qui in condizioni estreme.

La caserma sul lato destro ospita una piccola mostra con una ricostruzione di come l'interno era organizzato nel 1933-34, 1937-38 e 1944-45. Una nuova mostra è attualmente in fase di preparazione.

Historisches Bild

Shot by the SS of the interior of a barracke. The strict cleanliness was determinated in the camp rules and were pushed through with hard terror.

Heutige Ansicht

Photo of the two reconstructed barracks, 2007

Detailansicht

Picture of the current exhibition in the barracks.